ordinare cercare
cerca
a proposito
lingua
Vanitas II
Laura Solari
08 febbraio 2013
Si sente volare una mosca in una stanza vuota e scura.

 

Come un trompe-l’œil, la mosca era dipinta per mostrare la maestria del pittore, o per schernire lo spettatore, o ancora, per turbare i confini tra realtà e artificio, tra ciò che è vero e la sua rappresentazione.
Qui in Vanitas (II) la mosca, ricordandoci sempre la materialità della nostra vita terrestre, non la si vede, ma la si sente…


Questo lavoro sonoro, ha dato luogo all’edizione Dasein del cd Vanitas vanitatum ↩.
tag(s)
artificio audio edizione esposizione gli altri animali reale condividere

DA SENTIRE

estratto - Realizzazione della composizione sonora: Ludovic Poulet

INFORMAZONI
Presentato la prima volta all’esposizione I riflessi dell’acqua leniscono i segni al CACT (2011) e una seconda volta -rielaborata- al Museum Bärengasse di Zurigo, per un’esposizione collettiva di Visarte Ticino e Zurigo.